Cos’è FASQ

Sono una persona piuttosto pragmatica e quindi vado subito al sodo. Studio alla scuola di giornalismo Walter Tobagi di Milano e ci è stato chiesto/imposto di aprire un blog, «il nostro biglietto da visita».

Scrivere di sport è la mia più grande passione e, dopo quasi cinque anni di esperienza a OA Sport, ho deciso di continuare a farlo qui, in una forma particolare e con gli occhi rivolti all’attualità mondiale che raramente riguarderà il calcio.

FASQ sta per Frequently Asked Sports Questions, cioè tutte le risposte alle domande che non avete mai fatto su basket, ciclismo, nuoto, hockey, tuffi e chi più ne ha più ne metta. Ho l’umile ambizione di seguire l’agenda internazionale trattando i principali fatti ed eventi del mondo dello sport.

Ci tengo a dire che FASQ è un nome nato dalla brillante mente del collega Valerio Berra, mago dei big data. Io, insomma, finora ho fatto ben poco e da ora cercherò di scrivere il più possibile.

Infine i modelli, per gli amici della Tobagi le ormai celebri «regole d’ingaggio»: l’idea in sé per FASQ è presa da questo irriverente ma allo stesso tempo esaustivo articolo di Sean McIndoe sul The Guardian, oltre che da ciò che Giorgio Dell’Arti fa da molto tempo su Altri Mondi de La Gazzetta dello Sport. Il linguaggio che proverò a usare – anche come esercizio di stile – cercherà di essere chiaro e semplice come quello de Il Post, una delle migliori testate italiane.

Francesco Caligaris

Su Twitter @FCaligaris

Annunci